Meditazioni con i Tarocchi

Meditazioni con i Tarocchi. La Temperanza, L’Angelo, La Giustizia.

Fluida e costante, la coscienza pacificata è la madre di tutti i cammini. Paziente, come l’amore sacro, mai di fretta, come lo yogi avveduto, umile come il cuore puro, silenziosa, si affretta lentamente sul proprio passo, guidata dalla potenza invisibile dell’Angelo, dell’intelligenza celeste sovrana del moto di tutti i pianeti, salvifica, esatta. La quiete è il passo con cui si placa la tempesta, racchiusa nel vaso medicinale, antidoto al suo veleno. Riposi il composto nella coppa d’oro, si trasformi col tempo in guarigione. Non c’è affanno e non c’è timore, dove c’è un cammino. Dove c’è un cammino, c’è l’angelo custode, il consolatore, il santo, il maestro invisibile e il soccorso sicuro, la protezione e la grazia. Andare sotto il suo sguardo, guardando con il suo occhio, respirando con il ritmo delle sue ali, illuminando con la sua purezza, indifferenti ad altro sguardo che al Suo, immersi nel suo miele raro, nel suo fresco alito di vento. Non ci sono parole umane, immersi nel suo canto sottile, ma la fiducia piena e innocente, la sicurezza della promessa che è già realizzata, che cammina dinnanzi, che segue il proprio passo, che avvolge con il suo richiamo. Il suo giudizio è gentile. Sollievo della fatica e compassione del giusto. Colui che ha agito giustamente, sotto la sua leggera potenza, non deve temere. E’ come un uccello notturno che si ciba dei raggi di luna, indefettibile, mai nato, un respiro che tocca raramente il suolo, non visto, non riconosciuto, senza peso e senza colpa. Pneuma, anima soltanto, vento caldo che risale, invisibile all’invisibile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *