Il 21 Dicembre 2015 è Gita Jayanti. Bhagavad Gita Jayanthi cade nel giorno di Ekadasi del Shukla Paksha (11° giorno della quindicina luminosa) del mese Margashirsha (novembre-dicembre) secondo il tradizionale calendario lunare Hindu. Si ritiene che il dialogo tra Sri Krishna e Arjuna abbia avuto luogo in questo giorno, sul campo di Kuruk, e che in seguito sia stato tramandato come Bhagavad Gita, il Canto del Signore Beato.

Per ricordare e rileggere la Bhagavad Gita, è possibile scaricare in PDF il testo commentato da Abhinavagupta, filosofo tantrico Kashmiro del X secolo, nella traduzione italiana di Raniero Gnoli, che ne cura anche l’introduzione.

Invece, il Solstizio d’Inverno ha inizio esattamente martedì 22 dicembre alle 5:48 del mattino.

bhagavad gita

 

[Clicca sull’immagine per scaricare il PDF oppure qui]

La versione classica del testo della Bhagavad Gita, senza alcun commento, è disponibile su visionaire.org.

 

2 commenti

  1. ciao, ho scoperto ieri che esiste questo commento alla Bhagavad Gita di Abhinavagupta.
    Io sono un devoto di Krishna (ISKCON), quindi volevo chiederti di più in merito a questo autore. Ho fatto una breve ricerca su Wikipedia, e mi pare di capire che Abhinavagupta venera Shiva anzichè Krishna.

    Sono incuriosito dal suo commentario alla Bhagavad Gita e sarei tentato di acquistarlo per leggerlo. Tu puoi dirmi qualcosa di più in merito?

    1. Author

      Ti posso solo consigliare di approfondire di più la tua conoscenza delle varie scuole e visioni che compongono l’universo indiano. Non solo in relazione alle varie correnti devozionali. Indubbiamente il pluralismo è uno dei più importanti lasciti del pensiero indiano.
      Abhinavagupta, tra gli altri maestri, è senza dubbio un “outsider”, essendo il filosofo della scuola tantrica esoterica Trika o Kaula, oggi note come Shivaismo Kashmiro. E non è di facile lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *