12 Febbraio 2016, Vasant Panchami. Saraswati Puja.

Il giorno di Vasant Panchami è dedicato a Saraswati, Dea della conoscenza e patrona di musica, arte, scienza e tecnologia. La Dea Saraswati è adorata nel giorno Vasant Panchami, anche conosciuto come Shri Panchami e Saraswati Panchami. Gli Hindu onorano la Dea Saraswati per essere illuminati con la conoscenza e liberarsi di pigrizia, lentezza e ignoranza. E’ uso rituale iniziare oggi l’istruzione dei bambini. Le scuole e le università organizzano puja durante la mattinata per chiedere la benedizione della Dea. Le ore di Purvahna Kala, che è il tempo che intercorre tra l’alba e il mezzogiorno, sono considerate le migliori per celebrare Vasant Panchami. Gli astrologi considerano Vasant Panchami come giorno “Abujha”, di buon auspicio per incominciare ogni lavoro importante. In base a questa convinzione, l’intera giornata di Vasant Panchami è valida per eseguire Saraswati Puja. Anche se non c’è un orario speciale per eseguire Saraswati Puja nel giorno di Vasant Panchami, si dovrebbe fare in modo che la Puja sia celebrata quando Panchami Tithi è prevalente, si suggerisce perciò che Saraswati Puja si svolga durante Purvahna Kala, quando Panchami Tithi è sempre prevalente. Purvahna Kala cade tra l’alba e il mezzogiorno, che è anche il momento in cui la maggior parte delle persone celebrano Saraswati Puja, tra cui le scuole e le università in India. “Saraswati Vandana” o “Saraswati Ya Kundendu” è il più famoso inno dedicato alla dea Saraswati, composto dal saggio Agastya. Viene recitato durante Saraswati Puja di Vasant Panchami. Qui il testo dell’inno: http://blog.visionaire.org/2014/10/saraswati-stotram-del-saggio-agastya/  

Vasant Panchami

Dea Saraswati, bella come la luna del colore del gelsomino, ghirlanda pura e bianca come gocce di fresca rugiada, vestita di bianche vesti radiose, tu che tra le tue splendide braccia tieni il veena, che hai per trono un bianco loto, circondata e rispettata da tutti gli Dei, proteggimi. Rimuovi completamente da me la negligenza, la lentezza e l’ignoranza. Yaa Kundendu tushaara haaradhavalaa, Yaa shubhravastraavritha| Yaa veenavara dandamanditakara, Yaa shwetha padmaasana|| Yaa brahmaachyutha shankara prabhritibhir Devaisadaa Vanditha| Saa Maam Paatu Saraswatee Bhagavatee Nihshesha jaadyaapahaa|| La festa di Diwali – o festa della luce- è dedicata a Lakshmi, Dea della prosperità, e Navaratri a Durga, dea della forza e del potere; Vasanti Panchami è invece dedicata a Saraswati, Dea della conoscenza e del sapere. Saraswati rappresenta le tre vie del sapere e della consapevolezza. E’ la madre dei Veda e con un canto a lei dedicato, chiamato ‘Saraswati Vandana’, spesso si aprono e si concludono le lezioni vediche. La festività si celebra ogni anno durante il quinto giorno della quindicina chiara del mese lunare di Magha, nel giorno detto ‘Vasant Panchami’. Saraswati, Dea della conoscenza, dell’arte e della musica è figlia di Shiva e di Durga. Si deve a lei il dono agli uomini della parola, della saggezza e della conoscenza. E’ rappresentata con quattro braccia che simboleggiano i quattro aspetti dell’apprendimento umano: mente, intelletto, attenzione ed ego. Reca in una mano le sacre Scritture e un loto – simbolo della vera conoscenza – in un’altra. Con le altre due mani Continua a Leggere →