Atharva Veda XII, 1. Inno alla Terra.

La verità, la sublimità, l’ordine universale, la rettitudine, la sacralità, il fervore dell’ascesi, la gioia spirituale, il sacrificio – sostengono la Terra. Che essa, Signora di ciò che è e di ciò che sarà, ci riservi un orizzonte sconfinato. La Terra adorna di vette, di crinali e di vaste pianure, che genera le piante dalle potenti virtù, libera dai legami che opprimono gli uomini, si apra al nostro sguardo, pronta ad accoglierci. La Terra su cui scorrono il mare, i fiumi e tutte le acque, sulla quale sbocciano le messi e i popoli, su cui abita tutto ciò che respira e si muove, ci conceda di dissetarci per primi. La Terra cui appartengono le quattro regioni dello spazio, su cui crescono i raccolti e i popoli, che sostiene tutto ciò che respira e si muove, ci conceda vacche e prosperità. La Terra dove nacquero i primi uomini, dove gli Dei sconfissero i demoni, possa offrirci mucche, cavalli, volatili e fortuna. La Terra che sostiene tutti, che nutre di abbondanza, il fondamento, il ristoro materno di tutti gli esseri viventi, colei che preserva il fuoco di Agni, la compagna di Indra il toro, ci conceda il privilegio dei suoi beni. La vasta Terra, sempre sorvegliata dagli Dei insonni, ci allatti con miele prezioso, ci asperga di limpida gloria. La Terra che fu acqua sulla superficie dell’oceano cosmico, che i saggi veggenti scoprirono con il loro acume, il cui cuore risiede nel cielo supremo, l’immortale, ammantata di verità, ci accordi lucidità e Continua a Leggere →

Lalitha Sahasranamam, versi 221 – 330

221. Om Maha Veerya Namah – Lei che è il massimo vigore (o il seme). 222. Om Maha Bala Namah – Lei che è volontà pura. 223. Om Maha Bhudhi Namah – Lei che è l’intelligenza superiore. 224. Om Maha Sidhi Namah – Lei che è tutti i poteri soprannaturali. 225. Om Maha Yogeswareswari Namah – Lei che è la dea dei grandi Yogi. 226. Om Mahathanthra Namah – Lei che è il supremo Tantra. 227. Om Mahamanthra Namah – Lei che è li supremo Mantra. 228. Om Mahayanthra Namah – Lei che è il supremo Yanthra. 229. Om Mahasana Namah – Lei che ha la suprema postura yogica. 230. Om Maha Yaga Kramaradhya Namah – Lei è il supremo sacrificio. 231. Om Maha Bhairava Poojitha Namah – Lei che è adorata dal grande Bhairava. 232. Om Maheswara Mahakalpa Maha thandava Sakshini Namah – Lei che è testimone della grande danza eseguita dal Maheshwara (Shiva) alla fine del mondo. 233. Om Maha Kamesha Mahishi Namah – Lei che è la consorte del grande Kameshwara. 234. Om Maha Tripura Sundari Namah – Lei che è Tripurasundari, la più bella dei tre mondi (nome proprio di Lalitha). 235. Om Chatustatyupacharadya Namah – Lei che è adorata con sessantaquattro offerte. 236. Om Chathu Sashti Kala Mayi Namah – Lei che ha sessantaquattro parti. 237. Om Maha Chathusashti Kodi Yogini Gana Sevitha Namah – Lei che è servita da sessantaquattromila yogini. 238. Om Manu Vidya Namah – Lei che è personificazione di Sri Vidya Continua a Leggere →

Durga Chalisa

NAMO NAMO DURGE SUKH KARANI – NAMO NAMO AMBE DUKH HARANI I miei omaggi a Te Oh Dea Durga, dispensatrice di felicità! I miei omaggi a Te Oh Dea Amba, che fa finire ogni miseria. NIRAKAR HAI JYOTI TUMHARI – TIHOUN LOK PHAILI OUJIYARI La luminosità della Tua luce è senza limite e tutto pervade e tutti i tre regni (Terra, Paradiso e Inferno) sono illuminati da Te. SHASHI LALAT MUKH MAHA VISHALA – NETRA LAL BHRIKOUTEE VIKARALA Il Tuo viso è come la luna e la bocca è molto grande. I Tuoi occhi sono illuminati da una luce rossa ed hai un cipiglio spaventoso. ROOP MATOU KO ADHIK SOUHAVE – DARSHA KARATA JANA ATI SOUKH PAVE Oh Madre, il tuo aspetto è incantevole, la vista che assicura di gran lunga benessere ai devoti. TOUM SANSAR SHAKTI LAYA KEENA – PALANA HEYTU ANNA DHAN DEENA Tutti i poteri del mondo sono riposti in Te e sei Tu che dai cibo e ricchezza al mondo. ANNAPOORNA HOUI JAG PALA – TUMHI ADI SUNDARI BALA Come Annapoorna la Madre che nutre, Tu alimenti l’intero universo e sei Tu che appari come l’intramontabile Bala Sundari (giovane donna di estrema bellezza). PRALAYAKALA SAB NASHANA HARI – TOUM GOWRI SHIV SHANKAR PYARI Al tempo della dissoluzione, sei Tu, Oh Madre, che tutto distrugge. sei l’amata consorte del Signore Shiva, Gori (Parvati). SHIV YOGI TUMHRE GUN GAVEIN – BRAHMA VISHNU TUMHEIN NIT DHYAVEIN Il Signore Shiva e tutti gli yogi cantano sempre le Tue lodi. Brahma, Continua a Leggere →

NavaGraha Stotram – Inno ai Nove Pianeti astrologici.

1. Surya/Aditya (Sole) Japaa Kusumasankasham Kasyapeyam Maha Dhyuthim Tamognam Sarvapaapghnam Pranatosmi Divakaram Il mio saluto è rivolto a Surya (Sole), il cui aspetto è del fiore di loto, colui che è testimone di tutte le nostre azioni, colui che è precettore del mondo, il distruttore delle tenebre, il distruttore dei mali. 2. Chandra (Luna) Dadhi Shankha tushaa-raabham Khseero Darnava Sambhavam Namaami Shashinam Somam Shambhor Mukuta Bhooshanam Il mio saluto è rivolto a Chandra (Luna), nato dall’oceano di latte, che si manifestò dall’occhio del saggio Atri, e che è decorato con la figura di una lepre, l’astro che adorna la testa di Shiva. 3. Kuja/Mangala (Marte) Dharanee garbha sambhootam ,Vidyut Kaanti Sama-prabham Kumaram Shakti Hastam ,Tham Mangalaam Pranamamyamaham Il mio saluto è rivolto a Kuja (Marte), nato dalla terra, che brilla come la folgore, colui che è il giovane maschio, colui che brandisce la lancia (Shakti) 4. Budha (Mercurio) Priyangukalika Shyaamam , RoopenaaPratimam Budham Soumyam Soumya Guno Petham Tam Budham Pranamamyamham Il mio saluto è rivolto a Budha (Mercurio), dal colore dello zafferano e dell’oro, la cui bellezza è senza eguali, gentile per natura, colui che è sempre positivo. 5. Guru (Giove) Deva-naam cha Rishi Naam cha Gurum kaanchana sannibham, Buddhi Bhootam Trilokesham Tam Namaami Brihaspatim Il mio saluto è rivolto a Guru (Giove), maestro degli dei e dei saggi, il cui splendore è come quello dell’oro, la cui natura è puro intelletto, colui domina i tre mondi. 6. Shukra (Venere) HimaKundha Mrina-laabham Daitya-naam Paramam Gurum Sarv aShastra Pravaktaaram Bhargavam Pranamaamyamham Continua a Leggere →

Inno a Kama (Eros). Atharva Veda X: 9,2.

Il Signore Rudra è chiamata “Kama” o Kameshwara perché egli stesso è il ‘Desiderio Primodiale’. L’intero universo nacque a causa del desiderio. In principio, non vi era né esistenza né non-esistenza, né spazio né tempo. Non c’era nessun essere individuato. Shiva (Brahman), da solo, respirava senza vento. Questa azione primordiale è chiamata “Nascita”. Tutto accadde a causa del desiderio. Quindi Shiva è anche “Kama”. 1. Al toro che uccide il nemico, a Kama, mi sia concesso rendere omaggio con il ghee, l’oblazione, e il burro fuso. Tu, ora che sei stato esaltato, sconfiggi i miei nemici con forza! 2. Il cattivo presagio che ferisce la mia mente e l’occhio, che assilla e rattrista, che sia rivolto sul mio nemico. Ora che ho lodato Kama, mi sia concessa la vittoria! 3. I brutti sogni, o Kama, e la sfortuna, O Kama, la mancanza di figli, la cattiva salute, e la fatica, tu fai, O forte Signore, che ricadano su colui che ordisce il male contro di noi! 4. Scacciarli, O Kama, respingili, O Kama; possano i miei nemici finire sconfitti! Quando siano stati rinchiusi nel buio più fondo, tu, o Agni, brucia le loro dimore! 5. Questa mucca da latte, O Kama, che i saggi chiamano Vak Virag (Parola), si dice che sia tua figlia, da lei allontana i miei nemici; che il respiro, il bestiame, e la vita siano abbondanti! 6. Con la forza di Kama, Indra, Varuna, e Vishnu, con la forza di Savitar, con il potere sacerdotale di Agni, Continua a Leggere →

Sri Adi Shankaracharya: Sundarya Lahari – Prossimamente su Visionaire.org

1 Shivah shakthya yukto yadi bhavati shaktah prabhavitum Na chedevam devo na khalu kusalah spanditumapi; Atas tvam aradhyam Hari-Hara-Virinchadibhir api Pranantum stotum vaa katham akrta-punyah prabhavati Il Signore Shiva poté creare questo mondo grazie alla Shakti, senza di Essa nulla potrebbe muoversi, e come potrebbe dunque colui che non compie atti pii, colui che non canta le tue lodi essere adatto a ricevere la grazia della devozione oh mia Dea, venerata nella triplice forma. 2 Taniyamsam pamsum tava carana-pankeruha-bhavam Virincih sanchinvan virachayati lokan avikalam; Vahaty evam Shaurih katham api sahasrena shirasaam Harah samksudy’ainam bhajati bhajati bhasito’ddhalama-vidhim. Brahma, il creatore delle origini, raccolse un grano di polvere dai tuoi piedi e ne fece questo mondo, e il grande Adisesha dalle mille teste raccolse un grano di polvere dai tuoi piedi con grande fatica, ne prese Rudra il Signore e lo trasformò nelle sacre ceneri con cui si asperse. 3 Avidyanam antas-timira-mihira-dweeppa-nagari Jadanam chaitanya-stabaka-makaranda-sruti jhari Daridranam cinta-mani-gunanika janma-jaladhau Nimadhanam damshtra mura-ripu-varahasya bhavati. La polvere sotto i tuoi piedi, o grande Dea, è come la città del sole nascente dove l’oscurità è dissolta dalla mente anche del più ignorante e sfortunato, è il miele che sgorga dal calice del fiore della vita, a nutrire chi è lento e stupido, è la pietra filosofale, trovata dal più povero degli uomini, è come un dente di Vishnu, nella forma del cinghile Varaha, che fece emergere la terra per coloro che annegavano nell’oceano della vita. 4 Tvad anyah paanibhyam abhaya-varado daivataganah Tvam eka n’aivasi prakatita-var’abhityabhinaya; Bhayat Continua a Leggere →

Adi Sankaracharya: Shiva Manasa Puja, l’adorazione mentale di Shiva.

Rathnai Kalpitham asanam, Himajalai snanam cha divyambaram, Naana rathna vibhooshitham mruga madha modhanvitham Chandanam, Jathi champaka bilwa pathra rachitham, pushpam cha doopam thathaa, Deepam deva dayanithe pasupathe, hrud kalpyatham gruhyatham. Ti offro un trono immaginario adorno di preziosi, un bagno d’acqua raccolta dalle nevi dell’Himalaya, paramenti di seta da indossare, e gioielli preziosi a profusione, Ti offro muschio e sandalo, fiori di melo e gelsomino, E la lampada rituale, e questi doni li offro attraverso l’occhio della mente, Oh Dio misericordioso e Signore di tutti gli esseri, Accetta la mia offerta e concedimi la Tua benedizione. Souvarne nava rathna Ganda Rachithe, pathre Grutham Payasam, Bakshyam pancha vidam Payo dadhiyutham, rambha phalam panakam, Saaka namayutham jalam ruchikaram, karpoora gandojwalam, Thamboolam manasa maya virachitham Bhakthyo prabho sweekuru Ti offro ghee e dolci prelibati nel vaso d’oro dalle nove gemme preziose, Ti offro piatti di cagliata e latte, banane, verdure, acqua e foglie di betel, Ti offro la canfora ardente e campanelli tintinnanti, Questi doni nella mia mente sono offerti con devozione assoluta a Te, Signore, ti prego accettali e accordami la tua benedizione. Chathram Chamarayoryugam vyajanagam, chaa darshakam nirmalam, Veena bheri mrudanga kahala kala geetha nruthyam thada, Sasthangam pranthi sthuthir bahu vidha, hyethat samastham maya, Sankalpena samapitham thava vibho , poojam gruhana prabho. Ti offro un altare e ventagli decorati, uno specchio lucente, Ti offro Veena, timpani, Mrudanga e un tamburo gigante, Ti offro canti, balli e profondi inchini, inni e preghiere, Tutti questi doni ti offro, mio Signore, mentalmente e ti prego di accettare Continua a Leggere →

Purusha Suktam, l’Inno alla Persona universale: Rg Veda 10, XC

Om taccham yoravrini mahe gaatum yajnaya gaatum yajnapataye daivi svastirastu naha svastir maanushebhyaha urdhvam jigatu bheshajam sham no astu dvipade sham chatushpade Om shantih shantih shantihi Adoriamo e preghiamo il Signore per il bene di tutti gli esseri. Che tutte le sofferenze e le carenze ci siano sollevate e che si canti per il Signore durante le cerimonie del fuoco. Che le erbe medicinali abbiano effetti potenti e possano curare ogni malattia. Che Dio faccia piovere pace su di noi. Siano felici tutti i bipedi, siano felici tutti i quadrupedi. Sia pace nel cuore di tutti gli esseri in tutti i mondi. Sahasra Sheershaa Purushah: Sahasraakshas Sahasrapaath Sabhoomim Visvatho Vruthvaa Athyathishta Dhasaangulam La Persona universale, il Purusha, ha mille teste, ha mille occhi e mille piedi. Si estende sulla terra in tutte le direzioni e oltre, senza inizio e senza fine. Purusha Ye’ve’dhagum Sarvam Yath Bhootham Yascha Bowyam Uthamru Thathvath Esaanah: Yadhannenaathi Rohathi Il Purusha, la Persona, è tutto ciò che è stato nel passato, è tutto ciò che verrà e tutto quello che esiste nel presente. Egli è signore dell’immortalità, col cibo si accresce e si innalza al di là di esso. Ethaa Vaanasya Mahimaa Athojyaa Yaaguscha Poorushah Paadhosya Visvaa Bhoothaani Thripaadhasyaa Mruthandhivi In ogni cosa che vediamo è la grandezza del Purusha, della Persona cosmica, che tutto questo supera ampiamente. Tutte le creature dell’universo sono solo un quarto della sua complessità, e i restanti tre quarti sono gli immortali che abitano i cieli. Thripdoorthva Udhaith Purushah: Paathos -e’haabhavaath Continua a Leggere →

Devi Sukta, l’Inno alla Parola Madre, Rg Veda CXXV

[Questo inno del Rg Veda celebra la Parola, Vak, il principio cosciente intelligente del cosmo, nella persona della Madre Divina] 1. Con i Rudra e con i Vasu mi desto e con gli Aditya e con gli Dei cammino. Io sono il supporto di Mirta e Varuna, di Indra, di Agni e degli Ashvin. 2. Io animo il Soma eccitante, io sostengo Tvastar, Pusan, e Bhaga. Io accordo il successo a chi offre il sacrificio, al devoto e all’iniziato al Soma. 3. Io sono la sovrana, la detentrice di tutti i beni, la sapienza, l’adorabile. Io entro in ogni luogo e in molte forme, ovunque mi disponga il divino creatore. 4. Io nutro la creatura che vede, che respira, che ascolta parole sensate. Gli esseri abitano in me, sebbene non mi vedano: mi ascoltino, dunque, io sono la verità. 5. Da me provengono le parole e le storie che gli uomini e gli dei amano ascoltare. L’uomo prediletto da me prospererà, io lo faccio sacerdote, saggio, profeta. 6. Io tendo l’arco divino, io colpisco l’empio che infanga la parola. Tra la gente sollevo la lotta e riempio la terra e il cielo. 7. Io provengo dal profondo delle acque oceaniche, io porto Dio alla vetta del mondo. Mi espando nei mondi e in tutte le creature, e la mia fronte tocca il più alto dei cieli. 8. Il mio respiro è potente come il vento e la tempesta, con esso dispongo i mondi e gli esseri. Al di sopra della Continua a Leggere →