Seminari e Satsang 2018. Febbraio: Rudra Shiva e Shivaratri.

DOMENICA 11 FEBBRAIO
SEMINARIO
RUDRA SHIVA
Introduzione alla figura e alla devozione del Signore Supremo del Dharma e dello Yoga, il Mahadeva.
Shiva è il distruttore delle illusioni, colui che protegge gli eremiti, gli asceti, coloro che vivono distaccati dal mondo. Shiva è il Dio supremo, la liberazione, il padre e la madre celesti, il grande Yogi, la coscienza suprema, la non dualità, l’immortale, il Signore degli Dei e di tutti gli esseri.
“Mi inchino a te, che hai l’estensione dello spazio. Tu che hai l’aspetto di un eremita dai capelli intrecciati, con il bastone tra le mani, il ventre magro e la ciotola delle elemosine. Mi prostro a Te che sei la purezza. Tu che porti il tridente, che sei il Signore degli Dei, Tu che hai tre occhi, che sei lo spirito supremo, che sei coperto di ceneri e itifallico. Mi inchino a Te, Signore Rudra! La mezza luna adorna la tua fronte, il serpente avvolge il tuo collo, tu che impugni l’arco e il tridente. Mi inchino a Te, dall’aspetto feroce. Tu sei l’anima di tutte le creature. Tu sei il creatore e il distruttore di tutti gli esseri. Tu sei senza ira, senza inimicizia, senza attaccamento. Mi inchino a Te che sei l’immagine della Pace!” [descrizione di Shiva nel Mahabharata – Santi Parva, XLVIII]

 

MARTEDI 13 FEBBRAIO
SATSANG E PUJA
MAHASHIVARATRI, LA NOTTE DI SHIVA
Satsang, celebrazione di Shiva e recitazione dei Mantra sacri. 108 Mahamrtunjaya Mantra.
Alla vigilia della Luna Nuova di Febbraio/Marzo, in India si celebra la Notte di Shiva. Il Mahamrityunjaya Mantra, che si trova nel Rudra Namakam, dice di Shiva: “Tu che sei il profumo che fa sbocciare i fiori”. Dio penetra la mente come un profumo, sprigionando  all’interno, e apre alla maturazione della coscienza universale, che ci farà distaccare dall’io mortale per abbracciare la vita immortale dello yogi. Questo Mantra ha il potere di guarire dai mali fisici e spirituali e condurre gradualmente alla visione di Shiva.
La notte di Shiva sarà dedicata alla lettura dei versi del Rudra Namakam e Rudra Chamakam, due potenti preghiere dello Yajur Veda dedicate a Shiva e fortemente evocative, alla Puja e alla recitazione del Mahamritunjaya Mantra. Continua a Leggere →

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Seminario “Potere della Dea” all’università di Roma 3

Sabato 16 Dicembre avrò l’onore e l’opportunità di raccontare alle studentesse dell’Università Roma 3 il “Potere della Dea” nel Dharma indiano, all’interno del Master “Studi e politiche di genere”. Parlerò di Kali, Durga e Parvati, del loro potere nell’immaginario e soprattutto nella spiritualità e nella mistica. La forza e la potenza trasformativa della Madre Divina, come vissuta dai santi, dai mistici e dagli yogi.
Il seminario è aperto a tutti. Orario 10-13. Università di Roma 3, via Ostiense 234/236. Continua a Leggere →

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Guru Purnima al Borgo dei Semplici

Maa

Celebrazione del Plenilunio con Beatrice Udai Nath e la Famiglia del Borgo dei Semplici attorno al Fuoco del Dhuni.

8-9 Luglio 2017
Borgo dei Semplici
Località Santa Sofia Marecchia, 52032 Badia Tedalda (AR)

Nel calendario tradizionale indiano, il Plenilunio del mese di Ashada segna la celebrazione di Guru Purnima, il momento in cui si onorano coloro che sono o sono stati le nostre guide e i nostri maestri.
Il Guru è “colui che disperde le tenebre” dalla mente del discepolo. Perciò questo plenilunio particolarmente luminoso ha il potere di illuminare le zone ancora oscure e sopite della nostra coscienza, di disporci all’ascolto profondo e di affinare la nostra capacità di discernimento, accordandoci alla possibilità di trovare la guida e la via al risveglio.
Durante il plenilunio di Guru Purnima, il cielo è dominato dalla costellazione di Shravana Nakshatra. E’ detta la “stella dell’apprendimento”, ed è formata da tre stelle che compongono la testa dell’Aquila (Aguila). Shravana Nakshatra è detta anche “l’orecchio di Dio”, per la connessione tra il suono e l’apprendimento.
Tutte le tradizioni primordiali, prima di essere scritte, sono state trasmesse per molti secoli oralmente, da maestro a discepolo, valendosi solo dello strumento dell’ascolto e del dialogo.
Il suono entra in ogni processo mentale, il pensiero stesso è formato da suoni e si manifesta in una sorta di ascolto interno. Tutte le attività della mente si basano su un sistema di vibrazioni sonore, che si articolano in fonemi, sillabe, toni, che possono essere purificati e sublimati attraverso i mantra e il canto devozionale.

Programma.

Sabato 8 Luglio
h.20.00 Puja. Rito in onore delle Divinità Hindu e dei Maestri attorno al Fuoco del Dhuni.
h.21.00 Cena indiana in Agriturismo su prenotazione.
h.22.00 Satsang. Canti, Mantra, Dialogo attorno al Fuoco del Dhuni tra ricercatori e yogi sul Dharma indiano e sulla via spirituale.

Musicisti e cantanti – soprattutto di musica indiana o etica – sono invitati a portare con sé gli strumenti musicali e accompagnare la serata, dove potranno offrire il proprio repertorio e improvvisare insieme agli altri partecipanti.

Domenica 9 Luglio
h. 8.00 Puja. Rituale alle divinità Hindu, attorno al Fuoco del Dhuni.
h. 9.00 Lezione di Yoga/Camminata nel bosco
h.11.00 Hawan [Offerta rituale al Fuoco Sacro]
h.13.00 Pranzo in Agriturismo su prenotazione
h.15.00 Satsang. Dialogo attorno al Fuoco del Dhuni tra ricercatori e yogi su Dharma e via spirituale.

La sera di sabato 8 è cortesemente richiesto di arrivare entro le ore 19.00.
Chi desidera partecipare solo alla cerimonia dell’Hawan è invitato ad arrivare entro le ore 10.00 di domenica mattina.

Per cena e pernottamento presso l’Agriturismo, prenotazioni e informazioni al numero 338.5695867 o scrivendo a prenotazioni@borgodeisemplici.com

ADESH ADESH! OM SHIV GORAKSH!

 

 

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Cento giorni con Sri Vidya

A partire da questa sera – per proseguire per 100 giorni – sulla Pagina Facebook di Visionaire.org saranno pubblicati i cento versi del Soundarya Lahari di Sri Adi Shankara, commentati da Sri Chandrasekharendra e illustrati con gli Yantra tradizionali di buon augurio, per conoscere i benefici associati alla ripetizione e alla meditazione dei mantra del Soundarya Lahari. Ognuno dei versi è un mantra, la cui ripetizione, insieme alla visualizzazione del simbolo, reca benefici pratici e spirituali.

Per 100 giorni, saranno pubblicati i versi del Soundarya Lahari per gli iscritti alla pagina Facebook di Visionaire.org. Successivamente, il lavoro intero sarà raccolto e reso disponibile sul sito.

FacebookTwitterGoogle+Pinterest