DOMENICA 24 GIUGNO. Seminario con Udai Nath: IL COSMO E IL CORPO YOGICO NELLA TRADIZIONE NATH.

[Dedicato in particolare agli studenti che hanno frequentato almeno uno dei seminari del 2018, questo incontro conclusivo vuole portare alla dimensione dell’intuizione e dell’esperienza diretta e, in qualche misura, alla possibilità di entrare in un percorso vivente e presente, che è sempre “a un passo” dalla percezione ordinaria: un passo indietro, prima delle definizioni religiose, delle differenziazioni, delle pratiche correnti e delle filosofie astratte. Alla pura presenza di Sé. Lo faremo con l’ausilio di alcune potenti immagini della tradizione, che se correttamente applicate, possono aiutare a sciogliere le identificazioni e le rigidità che – anche quando lo spirito esprime qualche timido bagliore di consapevolezza e di desiderio – fanno ripiombare anche la mente più generosa nella separatezza e nella confusione. E possibile un balzo oltre questi vincoli mentali? Come si medita effettivamente sulla realtà divina, senza restare nei costrutti dettati dal mondo? Con un tuffo nell’acqua alta. Un seminario, per così dire, per aspiranti “nuotatori”.]

La tradizione dei Nath (Nath Sampradaya) tramanda insegnamenti che racchiudono le dinamiche metafisiche del cosmo dentro il corpo fisico dello yogi, che diventa perciò corpo universale, immagine stessa della divinità e del tutto. Esploreremo il disegno teosofico e cosmologico tramandato dai Siddha, a livello archetipo, come sistema immaginale su cui meditare la realtà fisica e metafisica, il microcosmo e il macrocosmo e la sua potenza. In questo modo si ottiene la vera condizione dell’osservatore e del silenzio mentale. A partire dalla contemplazione della cosmogonia dell’uovo primordiale, con l’espansione nel suono e nella potenza della Shakti, e poi nei cinque grandi elementi, nelle loro qualità e nelle loro quintuplici manifestazioni nel corpo vivente, si osserva la condizione atemporale dell’essere. Nel corpo yogico si situano gli Dei e i tre mondi, l’inferno, il paradiso e le regioni degli Dei. I grandi fiumi Gange, Jumna, Chandrabhaga, Sarasvati, Narmada, le 27 costellazioni siderali, le 12 costellazioni zodiacali, le fasi e i giorni lunari… con la contemplazione la mente raggiunge il silenzio e la fine del senso dell’io e del non-io, quietandosi nella condizione del Signore. A questo grande silenzio, dotato di infinita potenza, lo yogi dedica la sua ricerca e la sua meta.

A Pesaro. Orario 9-12 e 15-18, anche su Skype.
Info, come sempre, su Facebook, Messanger e al 370.3636348

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *