Ashta Dasa Shakti Pitha Stotram (attribuito a Sri Adi Shankara): Inno dei diciotto Shakti Pitha

Sati era la figlia di Daksha, un potente tra i grandi esseri divini. Segretamente, il suo cuore adorava Shiva. Quandio suo padre convocò lo Swayamvara per scegliere tra i giovani principi e gli Dei un marito per Sati, non invitò Shiva, che conduceva vita da asceta e aveva fama di selvaggio. Sati prese allora la corona di fiori destinata al prescelto e lanciandola in aria gridò a Shiva di prenderla lui. E Shiva improvvisamante comparve nel mezzo del ricevimento coronato della ghirlanda lanciata dalla giovane Sati. Al padre Daksha non restò che acconsentire alle nozze.

Ma un giorno Daksha volle organizzare un sacrificio solenne, cui chiamare tutti gli dei e i potenti, e dove espressamente vietò l’ingresso a Shiva. Per l’umiliazione immensa Sati si diede alle fiamme riuscendo a produrre da sé il fuoco dell’autocombustione e morì sotto gli occhi del padre. Narada recò la terribile notizia a Shiva.

Appreso l’accaduto, Shiva si precipitò sul lugo, ma non più in tempo per salvare Sati. Tagliò la testa di Daksha e poi raccolse il corpo si Sati, portandolo via. Era furioso e pazzo di dolore. Per placare la sua rabbia, Vishnu tagliò in 18 pezzi il corpo di Sati, che caddero in altrettanti diverse località dell’India. Questi luoghi, che divennero santuari di adorazione perenne e di Grazia, sono chiamati Shakti Pitha. Alcune tradizioni tramandano l’esitenza di 108 Pitha, altre di soli 4; questo Stotra, attribuito a Sri Adi Shankaracharya elenca i tradizionali 18 Shakti Pitha e i nomi delle dee che vi si venerano.

Ashta Dasa Shakti Pitha Stotram (attribuito a Sri Adi Shankara)
Inno dei diciotto Shakti Pitha

Lankayam Shankari devi, Kamakshi Kanchika pure
Pradyumne Shrinkhala devi, Chamunda Krouncha pattane

La Dea Shankari-devi in Sri lanka, Kamakshi in Kanchipuram,
La Dea Shrinkhala in Pradyumna e Chamunda in Mysore

Alampure Jogulamba, Sri shaile Bhramarambika
Kolha pure Maha lakshmi, Mahurye Ekaveerika

La Dea Jogulamba in Alampur, la Dea Brhamarabika in Sri Shailam,
La Dea Maha Lakshmi in Kolhapur e la Dea Ekaveera in Mahur

Ujjainyam Maha kali, Peethikayam Puruhutika
Odhyane Girija devi, Manikya Daksha vatike

La Dea Maha Kali in Ujja, in Purhuthika e in Peethika,
La Dea Girija in Odhyana e la Dea Manikya nella casa di Daksha,

Hari kshetre Kama rupi, Prayage Madhaveshwari
Jwalayam Vishnavi devi, Gaya Mangalya gourika

La Dea Kamarupi nel tempio di Vishnu, la Dea Madhevaswari in Allahabad,
La Dea Vishnavi  in Jwalamuki e Mangala Gouri in Gaya.

Varanasyam Vishalakshi, Kashmire tu Saraswati
Ashtadasha Shakti peethani, Yoginamapi durlabham

La Dea Visalakshi in Varanasi, la Dea Saraswathi in Kashmir,
Queste sono le 18 case di Shakthi, preziose anche per gli dei.

Sayamkale pathennityam, Sarva shatri vinashanam
Sarva roga haram divyam, Sarva sampatkaram shubham

Leggendo ogni giorno questo Sloka si ottiene vittoria su tutti i nemici,
la guarigione di tutti i mali, l’acquisizione di tutti i beni.

****

Elenco delle località che ospitano gli Shakti Pitha e delle parti del corpo di Sati che vi sono deposte:

1. Inguine – Trimkomali (Sri Lanka) – Devi Sankari
2. Schiena – Kanchi (Tamilnadu) – Devi Kamakshi
3. Stomaco – Praddyumnam (Gujarat) – Sri Srunkala Devi
4. Capelli – Mysore (Karnataka) – Devi Chamundeswari
5. Arcata dentale superiore – Alampur (Andhra Pradesh) – Devi Jogulamba
6. Collo – Srisailam (Andhra Pradesh) – Devi Bhramramba
7. Occhi – Sholapur (Maharastra) – Devi Mahalakmi
8. Mano destra – Nanded (Maharastra) – Devi Ekavenika
9. Labbro superiore – Ujjain (Madya Pradesh) – Devi Mahakalai
10. Mano Sinistra – Pithapuram (Andhra Pradesh) – Devi Puruhutika
11. Ombelico – Cuttack (Orissa) – Girija Devi
12. Guancia sinistra – Draksharamam (Andhra Pradesh) – Devi Manikyamba
13. Vulva – Gauhathi (Assam) – Devi Kamarupa
14. Dita (mano) – Prayaga (Uttar Pradesh) – Devi Madhaveswari
15. Testa – Jwala (Himachal Pradesh) – Devi Vaishnavi
16. Seno – Gaya (Bihar) – Devi Sarvamangala
17. Polso – Varanasi (Uttar Pradesh) – Devi Visalaksi
18. Mano destra – Kashmir – Devi Saraswathi

Fonti:

http://www.hindupedia.com/en/Ashta_Dasa_Shakthi_Peetha_Stotram
http://en.wikipedia.org/wiki/Shakti_peetha
http://eternalfeminine.wikispaces.com

3 Replies to “Ashta Dasa Shakti Pitha Stotram (attribuito a Sri Adi Shankara): Inno dei diciotto Shakti Pitha”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *