Chhat Puja, il rito per il Sole

Il rito di Chhat è dedicato a Surya (il Sole), Agni (il fuoco) e Kartikeya o Murugan.
La ricorrenza cade per quattro giorni nel mese di Kartik (ottobre – novembre). Nel 2010, la data delle puja di Chhat principali è il 12 e 13 novembre. Chhat Sandhya Argh (Chhat Dala puja Serale) è il 12 novembre e Chhath Suryodaya Argh (Chhath Dala puja del mattino) è il 13 novembre.  Nahai Khai è il 10 novembre e Kharna è l’11 novembre.

Durante il periodo del puja Chhat i devoti cuociono i cibi con legna secca, in forni appositi di mattoni e terra, così che il il cibo cucinato è ‘Prasad’, offerta al dio del sole. Aglio e cipolle non sono utilizzati durante il periodo Chhat.

Nahai Khai, primo giorno di Chhat.
Il primo giorno di Chhat è dedicata alla pulizia, alla preparazione e alla purificazione, ed è noto come Nahai Khai. In questa data i devoti fanno un bagno di mattina presto nel fiume Gange. Il cibo cotto oggi è il riso, Dal Chana, e la zucca verde (lauki). Lauki è una preparazione importante per questo rito e quindi la cottura e il giorno sono indicati anche come Lauki Bhat.

Kharna giorno di digiuno, secondo di Chhat.
Il digiuno o Upvaas inizia il secondo giorno, chiamato Kharna. Il digiuno è interrotto dopo la puja serale, che si svolge in casa. Kheer, dolci e frutta sono offerti alle divinità e quindi le porzioni sono distribuite come Prasad. Un altro turno di digiuno inizia dopo la condivisione del Prasad. Questo digiuno è di solito rotto il mattino del quarto giorno.

Chhat Sandhya Argh, terzo giorno di Chhat
Il terzo giorno, la sera, è il Chhat Sandhya Argh: i devoti offrono oblazioni al tramonto del sole (Surya), e altre offerte in mare, in uno stagno, o fiume. Si tratta di offerte composte di fiori, frutta, cereali germogliati, noce di cocco, canna da zucchero, rape bianche, dolci. L’offerta per Surya si svolge stando in piedi nell’acqua fino alle ginocchia.
Il rito della puja serale è eseguito in casa e una puja speciale è svolta per Agni – dio del fuoco. Questa si svolge in una zona dedicata e delimitata da quattro bastoni di canna da zucchero.

Chhath Sooryodaya Arghm quarto giorno di Chhat.
La mattina quarto giorno, si compie il Chhath Sooryodaya Argh. I devoti ripetono i rituali eseguiti la sera del terzo giorno, dedicandoli al Sole Levante. I cibi rimasti dopo l’offerta a Surya sono condivisi come Prasad e la Puja Chhat giunge al termine.

La persona che è solita osservare il digiuno Chhath è nota come Parvaitin. Il digiuno Chhath è tenuto di solito dalle donne. Durante i quattro giorni dei rituali Chhath, la Parvaitin deve astenersi lontano da ogni tipo di lavoro. La Parvaitin è assistita dal marito, dai figli e dagli altri membri della famiglia nel portare a termine i rituali Chhath dei quattro giorni, che prevedono 36 ore di lungo digiuno, la cottura di alimenti speciali e il culto sulle rive di un fiume sacro.
Una devota diventa una Parvaitin quando il manto è passato su di lei da parte di un adepta anziana della propria famiglia che abbia sempre osservato il rituale Chhath. Una volta che una devota prende la responsabilità di essere Parvaitin continua a svolgere i rituali ogni anno senza alcuna interruzione e si ferma solo quando ha individuato una persona capace di continuare la tradizione. Si passa quindi la tradizione in genere a una persona più giovane.

Fonte: http://www.hindu-blog.com/

Immagine: http://www.photoburst.net/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *