Vasant Panchami

Dea Saraswati,
bella come la luna del colore del gelsomino,
ghirlanda pura e bianca come gocce di fresca rugiada,
vestita di bianche vesti radiose,
tu che tra le tue splendide braccia tieni il veena,
che hai per trono un bianco loto,
circondata e rispettata da tutti gli Dei, proteggimi.
Rimuovi completamente da me la negligenza, la lentezza e l’ignoranza.

Yaa Kundendu tushaara haaradhavalaa, Yaa shubhravastraavritha|
Yaa veenavara dandamanditakara, Yaa shwetha padmaasana||
Yaa brahmaachyutha shankara prabhritibhir Devaisadaa Vanditha|
Saa Maam Paatu Saraswatee Bhagavatee Nihshesha jaadyaapahaa||

La festa di Diwali – o festa della luce- è dedicata a Lakshmi, Dea della prosperità, e Navaratri a Durga, dea della forza e del potere; Vasanti Panchami è invece dedicata a Saraswati, Dea della conoscenza e del sapere. Saraswati rappresenta le tre vie del sapere e della consapevolezza. E’ la madre dei Veda e con un canto a lei dedicato, chiamato ‘Saraswati Vandana’, spesso si aprono e si concludono le lezioni vediche.
La festività si celebra ogni anno durante il quinto giorno della quindicina chiara del mese lunare di Magha, nel giorno detto ‘Vasant Panchami’.
Saraswati, Dea della conoscenza, dell’arte e della musica è figlia di Shiva e di Durga. Si deve a lei il dono agli uomini della parola, della saggezza e della conoscenza. E’ rappresentata con quattro braccia che simboleggiano i quattro aspetti dell’apprendimento umano: mente, intelletto, attenzione ed ego. Reca in una mano le sacre Scritture e un loto – simbolo della vera conoscenza – in un’altra. Con le altre due mani suona la musica dell’amore e della vita con uno trumento a corde chiamato veena. Veste di bianco – simbolo di purezza – e cavalca un cigno bianco che rappresenta il Sattwa Guna, ovvero la purezza e la discriminazione filosofica.
Saraswati è anche una figura rilevante dell’iconografia buddhista, come consorte di Manjushri.
Il colore giallo ha una particolare importanza durante il Vasant Panchami. Oggi Saraswati è vestita di giallo e adorata. Anche la gente in questo giorno veste preferibilmente in giallo e distribuisce dolcetti di colore giallo ad amici e parenti. L’aspetto più significativo della ricorrenza è che durante questa giornata ai bambini vengono insegnate le prime parole, poichè è considerato beneaugurante iniziare oggi a leggere e a scrivere. Scuole e istituzioni educative organizzano per oggi speciali preghiere alla Dea.
Le persone inclini a ricercare il progresso spirituale attibuiscono grande importanza all’adorazione della Dea Saraswati. Quale pratica, sono gli aspiranti eruditi o educati ai più alti principi ad adorare Saraswati per ottenere illuminazione spirituale. Per loro, non vi è alcun paragone tra un re e un uomo istruito, o spiritualmente elevato: il re sarà onorato soltanto entro i confini del suo regno, mentre un uomo di conoscenza avrà il rispetto del mondo intero.
L’Induismo pone un particolare significato alla stagione e all’intervallo delle festività religiose. Durante il Vasant Panchami le stagioni si avviano al cambiamento e si annuncia l’inizio della primavera. Gli alberi mostrano i primi getti e la nuova vita è visibile nei boschi e nei campi. Vasant Panchami è una festa ricca di simboli religiosi, sociali e naturali ed è caratterizzata da entusiasmo e ottimismo. Un primo segno della prossima festa di Holi – la festa dei colori – è già sensibile durante il Vasant Panchami. “

3 Replies to “Vasant Panchami”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *